Cosa visitare a Bangkok

Cosa visitare a Bangkok

Visitare la strabiliante Bangkok è imprescindibile, non fatevi spaventare dalla sua nomea di metropoli caotica, i thai sono gente pacifica e la Capitale possiede attrazioni fantastiche, uno stile di vita affascinante che non potrete gustare in nessuna altra parte della Thailandia. Bangkok, una capitale sospesa tra valori antichi e moderni, case fatiscenti contrapposte a grandi centri commerciali e grattacieli ultramoderni.

 “Andiamo allora a scoprire insieme le attrazioni turistiche da visitare durante il vostro soggiorno a Bangkok …”

 

Palazzo Reale e i templi più belli di Bangkok

Cosa visitare a Bangkok: King Palace ed Emerald Buddha

Non perdetevi il fiabesco Palazzo Reale con all’interno il famoso Budda di Smeraldo simbolo della Thailandia costituita nel 1782 e della Religione Buddista Thailandese. Tra i templi più famosi che si possono visitare assolutamente da vedere il Wat Pho con all’interno il Budda Disteso, il Tempio dell'Alba (Temple of Dawn) con la sua altissima torre centrale dove padroneggia Erawan il mitologico elefante bianco a tre teste, l’antico Wat Suthat nei pressi di Yaowarat, il Tempio di Marmo o Wat Benchamabophit a Dusit, il Wat Saket o Golden Mount Temple vicino a Khao San Road, il Tempio del Buddha D’Oro o Wat Traimit alle porte di Chinatown.
Molto simbolici anche l’Erawan Shrine Temple, un santuario sulla strada a Phatum Wan (Chit Lom BTS sky train) e il Wat Hualamphong, un tempio intriso di misticismo tra buddismo thai e cinese nella Sy Phraya Rd … e tanti altri

 

I Musei di Bangkok

Cosa vedere a Bangkok: museo delle barche reali, royal barges museum

Il National Museum di Bangkok e il National Museum Royal Barges meritano assolutamente di essere visitati. Il Museo Nazionale di Bangkok contiene una vastissima collezione di reperti storici, artistici e artigianali risalenti a tutti i vari imperi e dinastie reali che si sono susseguite alla guida del territorio thailandese. Il Museo delle Barche Reali contiene una strabiliante collezione di circa 50 imbarcazioni ricavate da tronchi interi di legno Teak, lavorate e interasiate a mano e poi arrichite con  ornamenti di lusso e preziosi. Le più belle e importanti raggiungono i 46 metri di lunghezza.
Interessante anche la Jim Thompson House raggiungibile a piedi dalla stazione BTS Siam. Una villa interamente in legno costruita nel 1958 oggi adibita a museo, appartenuta all’agente segreto americano Jim Thompson che dopo la fine della II Guerra Mondiale si stabilì a vivere in Thailandia contribuendo all’affermazione dell’industria della seta siamese nel mondo occidentale. La dimora arredata in stile coloniale contiene una significante collezione di arte sacra e di oggetti artigianali.

 

I mercati galleggianti di Bangkok

Cosa visitare a Bangkok: mercato galleggiante di Taling Chan o Lat Mayom floating market

I canali di Thonburi sul fiume Chao Phraya rappresentano ancora oggi la maggior contrapposizione allo stile di vita moderno di Bangkok. Affittando una barca potrete navigare tra le case galleggianti mentre i venditori ambulanti con le loro barchette a remi cercheranno di appiopparvi qualsiasi cosa, vedere artisti di strada sui porticcioli esibirsi in danze e rappresentazioni mitologiche e bambini che si tuffano allegramente nelle acque torbide dei klong (canali).

Il Sabato e la Domenica consigliamo la visita ai Floating Market di Thaling Chan o Lat Mayom e di Bang Nam Phueng, non vi aspettate di vedere il caos presente nei mercati galleggianti frequentati dal turismo internazionale ma qui potrete vivere la vera astmosfera thai e gustare prelibati piatti di cucina tradizionale.

 

I mercati tradizionali e i mercati notturni di Bangkok

Cosa visitare a Bangkok la sera: Khao San Road mercato notturno

Bangkok è anche e soprattutto mercati tradizionali, nei pressi di Palazzo Reale si trovano il Mercato degli Amuleti e il Mercato dei Fiori aperto 24 ore su 24.
Appena fuori dalla zone più centrali di Bangkok scendendo alla stazione BTS di Mo Chit consigliamo di visitare il meraviglioso Chatuchak Market o J&J Market aperto il sabato e la Domenica. Oppure a 20 minuti di Tuk Tuk dalla Silom Rd non perdetevi l’immensa Chinatown, qui troverete veramente di tutto, qualsiasi tipo di mercanzia, il mercato all’aperto più grande di Bangkok.

La sera, imperdibile il mercato di Patpong nella Silom Rd, preso d'assalto dagli amanti dello shopping ma anche dai curiosi che vogliono sbirciare nei famosi Go-Go Bar dove all’interno danzano succinte ragazze e i bellissimi Kathoey (transex) thailandesi. Il mercato notturno di Asiatique, adagiato sulle rive del fiume Chao Phraya tra ristorantini e negozietti di artigianato e souvenir. Oppure il mercato notturno di Khao San Road, dove oltre ad una miriade di bancarelle troverete artisti di strada, ristoranti tipici e una vivacissima nightlife.

 

I Grandi Centri Commerciali di Bangkok

Cosa vedere a Bangkok: centro commerciale MBK big center

Per chi ama lo shopping sfrenato consigliamo la visita della Bangkok Moderna e i suo centri commerciali come MBK, Terminal 21 e CentralWorld, tutti situati a Siam Square. Oppure passare mezza giornata perdendosi nei negozi, nelle boutique e nei caffè con vista sul fiume del modernissimo complesso Icon Siam situato a Khlong San.

 

Cosa visitare la sera a Bangkok

Cosa fare la sera a Bangkok: Banyan Tree sky bar & roof restaurant

Per chi volesse visitare la “Bangkok Hard” tra storia e leggende metropolitane raccomandiamo una visita ai bordelli nati durante la Guerra del Vietnan: Patpong nella Silom, Soi Cowboy e Nana Plaza o Soi Nana nella Sukhumvith Rd.

Per chi predilige una serata romantica meravigliose le crociere con cena sul fiume Chao Phraya in partenza del Rivery City Center. Oppure un aperitivo sugli spettacolari Sky Bar e Rooftop Restaurant come King Tower MahaNakhon, Sirocco Skybar Lebua State Tower o Banyan Tree.

Per coloro vogliono vivere un’esperienza indimenticabile di street food, imperdibili i ristorantini tra i soi (stradine) della Charoenkrung Rd vicino alla fermata BTS sky train Saphang Taksin. Oppure Chinatown, la sera si trasforma in una strabiliante offerta di cibo di strada, rimarrete conquistati dalla grande varietà di ricette e di piatti da poter degustare, alcuni ristorantini sono talmente famosi che i thai sono disposti a file interminabili pur di assaporarne la cucina.

 

Le attrazioni di Bangkok che nessuno conosce

Cosa vedere a Bangkok: Koh Kret, Nonthaburi

Pur essendo nei pressi del Budda Disteso (Wat Pho) pochi sanno del Monk’s Bowl Villagge a Soi Ban Bat, il villaggio dove si creano le bocce metalliche che si vedono nei templi buddisti di Bangkok e della Thailandia. I contenitori si forgiano mischiando e battendo una serie di metalli secondo antiche tecniche artigianali. Le  bocce migliori si distinguono dalle altre perchè colpendole producono un suono più melodico e duraturo. Oggi la lavorazione ha lasciato il posto a tecniche più moderne che prevedono ad esempio il frullino e la saldatrice ma c’è ancora qualche artigiano della vecchia scuola.

Merita una visita di una giornata anche l’Isola di Koh Kret o Koh Kred sul fiume Chao Phraya, un’oasi immersa nel verde lontana 20km dal cemento di Bangkok. Le barche partono dal porto Saphang Taksin della capitale (ai piedi della Saphang Taksin BTS sky train), bisogna scendere a Nonthaburi. L’isola larga 2,5km per 1,5km è nata grazie ad un canale artificiale creato per tagliare il corso naturale del fiume e quindi accorciare i tempi di navicazione. A Koh Kret vivono da tempo immemore i discendenti di una comunità Moon di orgine Birmana dediti alla creazione di bellissime ceramiche, passeggiando a piedi o in bicicletta si scorgono case in legno colorato, case galleggianti immerse tra la vegetazione e acluni templi interessanti con evidenti sfumature Moon. Durante il sabato e la Domenica un vivace mercato anima l’Isola che durante la settimana rimane molto tranquilla e silenziosa.

Bangkok offre continue soprese, una città in continua evoluzione, seguici e le scopriarai insieme a noi …

 

Cosa visitare vicino a Bangkok

Cosa visitare a Bangkok e i suoi dintorni: per le strade di Bangkok

“Dopo aver visitato la capitale Bangkok con la grande attenzione che merita potreste continuare la vostra strabiliante avventura visitando le province vicine di: Ayutthaya, Samut Songkhram e Ratchaburi, Nakhon Pathom, Nakhon Ratchasima, Lopburi e Kanchanaburi”. 

Samut Songkhram e Ratchaburi

Cosa vedere vicino a Bangkok: Maeklong railway market

A circa 70km a sud di Bangkok queste due minuscole province confinanti tra loro custodiscono i mercati tradizionali più belli e culturalmente interessanti della Thailandia: il Mercato Galleggiante di Amphawa (aperto venerdì sabato e Domenica pomeriggio dalle 13.00 alle 20.00) e il Mercato Galleggiante di Damnoen Saduak (aperto tutti i giorni al mattino dalle 08.00 alle 13.00). A poca distanza il pittoresco Mercato sulla ferrovia di Maeklong che si svolge nel bel mezzo delle rotaie, quando il treno passa (3 volte al giorno) tutto si ferma e le bancarelle vengono tirate indietro dai venditori. Visitare almeno due di queste attrazioni arrichirà di molto il vostro viaggio in Thailandia facendovi entrare a contatto con la natura del luogo, i costumi e le tradizioni delle genti che vi abitano, catapultandovi lontano anni luce dal vostro modo di vivere. A circa 40km dal Damnoen Floating Market andando verso ovest molto suggestivo il Wat Khao Chong Phran o Tempio dei Pipistrelli, dai viharn (monasteri) principali si sale per circa 100 scalini fino al Chedi Dorato sull’altura da dove si gode di un panorama spettaccolare. Alle 17.00 circa i pipistrelli fuoriscono a frotte delle grotte sottostanti per andare a caccia di insetti dando vita ad una pittoresca scenografia. Nei pressi dell’Amphawa Floating Market invece consigliamo la visita al Wat Bang Kung un tempio dalla grande importanza storica, qui si riunirono i thai in un unico esercito per sconfiggere le orde birmane durante l’ultima invasione del 1769, il preludio alla nascita dell’odierno Regno di Thailandia. L’antica cappella invasa dalle radici di alberi secolari possiede un fascino e una magia incredibili.

Nakhon Pathom

Cosa visitare vicino a Bangkok: Nakhon Pathom

Subito a ovest di Bangkok, sconosciuta al turismo di massa, Nakhon Pathom possiede dei templi meravigliosi come il Wat Phra Nakhon Pathom Chedi con la sua stupa alta 120,5 metri rappresenta uno dei templi più antichi (193 A.C.) ed importanti della Thailandia, il chedi in stile srilanka è il più alto al mondo. Un tempio ricco di storia, di magia e di mistiscimo è il Wat Bang Phra, qui si praticano i sacri e magici tatuaggi Sak Yant, col pennino secondo lo stile antico thailandese. I tatuaggi del tempio sono considerati i più potenti dell’intera Thailandia e forse anche di tutto il sud est Asia perché oltre a potenti incantesimi buddisti contengno formule magiche riconducibili a riti industi, animisti e shamanici molto antichi. Ritornando verso Bangkok impossibile non fermarsi al Wat Samphran o Tempio del Drago. Una grande statua dorata del Budda accoglie i fedeli nel tempio principale, lì vicino un grande drago finemente lavorato si attorciglia ad una torre altra 80 metri fino ad arrivare al Viharn (santuario) principale, per salire sulla vetta si percorre una scala costruita all’interno del corpo del drago. Poco distante il Sampran Riverside Village o Rose Garden: grandi giardini tropicali punteggiati da laghetti e cordi d’acqua dove poter andare in barca, piccole stradine dove passeggiare o andare in biclicletta, villette in stile antico interamente in legno con all’interno rappresentazioni, danze tradizionali, massaggi, negozietti e ristorantini. Il preferito da coppie e famiglie.

Kanchanaburi

Cosa vedere nei dintorni di Bangkok: Kanchanaburi Erawan waterfall

Proseguendo da Nakhon Pathom verso ovest per 100km ( 150km circa da Bangkok) si raggiunge Kanchanaburi, un misto tra natura incontaminata, storia e folklore. Il Parco Nazionale di Erawan meraviglioso per i trekking e le cascate disposte su 7 livelli dover poter fare il bagno in piscine naturali dall’acqua azzurro smeraldo. Il famigerato Ponte sul Fiume Kwai dal quale prendendo il treno si ripercorre la spettacolare Ferrovia della Morte fino ad arrivare alla grotta di Tham Krasae dove si recavano a pregare i deportati thailandesi e birmani durante la II Guerra Mondiale.
Tutta Kanchanaburi dal punto di vista naturalistico è davvero fantastica: ecoturismo, massaggi e trattamenti termali, passeggiate a piedi e in bicletta, gite in zattera o in barca sul fiume Kwai,  paesaggi mozzaffiato al tromonto, cenette deliziose a base di ricette tipiche della zona e pernottamento nelle romantiche case galleggianti.
Meritano una visita il Wat Tam Sua o Tempio della Tigre a Kanchaburi città e il Tempio Sommerso o Wat Wang Wirekaram Kao vicino al confine tra Thailandia e Myanmar.

Ayutthaya e Lopburi

Cosa vedere nei pressi di Bangkok: Wat Sri Sanphet ad Ayutthaya

Appena a 80km a nord di Bangkok l’antica capitale del Siam, Ayutthaya. Imperdili le fiabesche rovine del Parco Storico dichiarato patrimonio dell’Unesco nel 1991 e il bellissimo Palazzo Reale Bang Pa In residenza estiva della famiglia reale. Impossibile visitare tutti i duecento templi tra antichi e moderni, consigliamo su tutti: Wat Mahathat dove risiede la testa del Budda in pietra incastonata nelle radici di un albero Banyan, Wat Chaiwatthanaram, Wat Yai Chai Mongkhon,  Wat Phanan ChoengWat Sri Sanphet, Wat Wihan Phra Mongkhon Bophit.
Gite in Tuk Tuk (tipici apetti thailandesi), passeggiate in biciletta e giri in barca sul fiume Chao Phraya rendono le visite culturali ancor più affascinanti.

Da Ayutthaya prosegunedo a nord per circa 1 ora, si arriva a Lopburi, la città delle scimmie. L’antico tempio Wat Phra Prang Sam Yod e il vicino Wat San Phra Khan sono abitati da centinaia e centinaia di macachi. Vale la penna visitare anche l’antico Palazzo del Re Narai (1632-1688): Phra Narai Ratchaniwet Palace.

Korat, Nakhon Ratchasima

Cosa visitare non lontano da Bangkok: Khao Yai national park

A 180km a est di Bangkok invece, nella provincia di Nakhon Ratchasima (o Khorat) troverete perle di inestimabile valore come il Khao Yai National Park (Patrimonio Unesco 2005), il parco nazionale più vasto e selvaggio della Thailandia. Facile avvistare elefanti allo stato libero, macachi, gibboni, cervi urlatori, caprioli, varani, una miriade di stranissimi uccelli e farfalle variopinte … A Khao Yai oltre passare giornate in relax con la famiglia si può optare per trekking guidati con diversi gradi di difficoltà attraverso la giungla e verso le cascate Heaw Narok o Heaw Sawat. Al tramonto si raggiunge il Wat Than Sila Thong per vedere i pipistrelli che a centinaia di migliaia fuoriescono dalla grotte calcaree a caccia di insetti. Al crepuscolo si può partecipare al safari notturno, con l’ausilio mezzi speciali e guide scout si va in cerca di animali notturni da immortalare con la macchina fotografica.

Percorrerndo altri 180km dal Parco nazionale di Khao Yai in direzione est si arriva ad uno dei siti archelogici più interessanti della Thailandia, il Parco Storico di Phi Mai, Unesco 2004. In un area di 1km per 600m di larghezza sono racchiuse le testimonianze molto ben conservate di un antico feudo risalente al grande Impero Khmer (IX – XV secolo), da qui una strada lastricata di pietra portava alla capitale individuata nel famoso sito archelogico di Angkor Wat in Siem Reap, Cambogia (Unesco 1992).  A pochi metri dal Phrasat Hin Phimai il Museo Nazionale conserva un ricca collezione di arte sacra e architravi in pietra scolpita, e una pregiata collezione di preziosi.

 

Tour ed itinerari consigliati

Cosa visitare vicino a Bangkok: parco storico di Ayutthaya

Programmi giornalieri sia privati che in gruppo partono da Bangkok e visitano in giornata Ayutthaya o i mercati di Samut Songkhram e Ratchaburi. Escursioni private raggiungono da Bangkok anche Kanchanaburi a ovest o il Parco Nazionale di Khao Yai a Nakhon Ratchasima a est ma sinceramente queste due province meriterebbero un tour di almeno 2 giorni sia perché ci sono tante cose da vedere e sia perché, vista la lontananza, si rischia di passare molte ore sul mezzo di trasporto togliendo tempo alla visite culturali. Ecco allora che in questa zona della Thailandia Centrale organizziamo tour di 2/3/4/5 giorni per dar modo ai visitatori di godere appieno delle strabilianti bellezze che vi sono.

Molto richiesto il tour classico di 3 giori 2 notti che partendo da Bangkok visita il mercato galleggiante di Damnoen Saduak e il Mercato sulla Ferrovia di Maeklong per poi arrivare a Kanchanaburi, visitare il Ponte Kwai, fare un giro sulla Death Railway e dopo aver visitato il Budda del Wat Kra Sae Cave godere del panorama al tramonto che dal ponte ferroviario in legno seguendo il fiume Kwai si perdere all’orizzonte tra campi di riso e grandi rocce calcaree. Pernottamento nelle bellissime Floating House.
Il giorno successivo dedicato interamente al visita del Parco Nazionale di Erawan tra passeggiate nella foresta, bagni nelle cascate e picnic all’aria aperta, nel pomeriggio partenza alla volta di Ayutthaya e pernottamento.
Il terzo giorno full immersion nella cultura e nella religione buddista visitando il Palazzo Reale Bang Pa In e i templi più antichi e fantasmagorici dell’antica capitale del Siam prima di fare ritorno a Bangkok o essere accompagnati all’aeroporto dove prendere il volo verso altra destinazione.

 

Hai bisogno di aiuto per organizzare il tuo viaggio da sogno in Thailandia o Asia?
Compila il form presente sulla pagina del nostro sito o scrivi a info@happyviaggi.com raccontando le tue esigenze di viaggio.
Un consulente HappyViaggi ti ricontatterà entro le prossime 24 ore

 

Continua la lettura se se vuoi sapere di più su: Bangkok dove dormire e come muoversi

Continua la lettura se se vuoi sapere di più su: Cartina di Bangkok e Mappe Trasporti Pubblici

Continua la lettura se se vuoi sapere di più su: Aeroporto Internazionale Suvarnabhumi di Bangkok