Isaan: la provincia di Nakhon Ratchasima Khorat

Isaan: la provincia di Nakhon Ratchasima Khorat

“La provincia più grande della Thailandia, la seconda più popolosa dopo quella della Capitale Bangkok. Nakhon Ratchasima si estende per circa 20500kmq nella parte Centro Est Thailandia, nella immensa zona delle risaie chiamata Isan, un volta appartenente al Grande Impero Khmer, esistito tra il IV e il XV secolo”.

Parco Nazionale di Khao Yai, Thailandia. Patrimonio Unesco 2015

L’Isan o Isaan è un miscuglio di razze di origine thai, laotiana e khmer (cambogiana). Il lessico dell’Isan è una lingua a se stante diversa dal Thai, tutt’ora diffuso come prima lingua. Gli abitanti di questa zona sono famosi per la loro cordialità, l’etica in ambiente lavorativo e il proverbiale senso dell’umorismo. La loro musica allegra e ritmata è molto coinvolgente e passionale.
La loro cucina viene considerata molto prelibata e genuina ma è anche la più speziata della Thailandia.

“Il Capoluogo della provincia di Nakhon Ratchasima prende nome dalla provincia stessa ma viene chiamato dai thailandesi più comunemente Korat (Khorat). Sorge in un area di 38kmq e si trova a 260km a est di Bangkok”.

Korat è uno dei snodi più importanti per raggiungere il Laos. Da qui transitano i camion che attraversano il territorio dell’Isan e rifornisco la capitale Vientiane (Laos centrale). Da qui passano anche i viaggiatori zaino in spalla che visitano il Laos, costeggiano il maestoso fiume Mekong per poi varcare il confine e dirigersi a Bangkok.

Se passate per la città di Khorat meritano la vostra attenzione alcuni templi come il Wat Phayap, il Wat Salaloi e il Wat Phra Narai Maharat. Il Thao Suranari Monument dedicato a Ya Mo (nonna Mo), considerata un eroina locale. La leggenda racconta che nel 1826, quando Nakhon Ratchasima era sotto il Re laotiano Chao Anou, Ya Mo convinse le giovani donne del luogo a sedurre i soldati dell’esercito laotiano, aprì le porte della città in modo che le milizie thai potessero sferrare un attacco a sorpresa e guidò la rivolta dall’interno.

 

Feste e Ricorrenze: Nakhon Ratchasima

Parata delle Candele Korat, Nakhon Ratchasima: Feste del Khao Pansaa

La festa in onore di Ya Mo (dal 23 marzo al 3 Aprile) rappresenta un avvenimento di grande importanza culturale con sfilate, rappresentazioni teatrali e balli popolari lungo la Rajadamnern Road.

Nel mese di Luglio da non perdere la spettacolare “Parata delle Candele” che si svolge a Nakhon Ratchasima durante il Khao Pansaa (il ritiro spirituale Buddista della Pioggia nei 3 mesi lunari da Luglio ad Ottobre).

 

Le attrazioni della provincia di Nakhon Ratchasima

Elefanti liberi nel Parco Nazionale di Khao Yai, Khorat, Nakhon Ratchasima, Thailandia

La stragrande maggioranza dei visitatori viene in questa zona per visitare la strabiliante jungla del “Parco Nazionale di Khao Yai” (clicca per leggere la guida correlata). Il primo Parco Nazionale istituito in Thailandia, il più selvaggio e il più grande ma anche il più facile da attraversare grazie ad una grande strada asfaltata che lo attraversa. Uno dei luoghi migliori per osservare la variegata flora e fauna tropicale che caratterizza il Siam.
Il Parco Nazionale di Khao Yai misura 2168km e attraversa 4 province (Saraburi, Nakhon Nayok, Nakhon Ratchasima e Prachinburi). Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2005.

Parco Storico di Phimai, Korat, Nakhon Ratchasima: Unesco 2014

Il “Parco Storico di Phimai” Patrimonio Unesco 2004 e il bellissimo Museo Nazionale (clicca per leggere la guida correlata), situati nella cittadina di Phi Mai, rappresentano dei gioielli culturali riconducibili allo splendore dell’Era Khamer. Si accede al sito percorrendo il Ponte Naga cruciforme che simboleggia il passaggio terreno al Nirvana (al paradiso), fino ad arrivare al Phrang (torre) Centrale Brahmathat dove si trova una riproduzione in pietra raffigurante il Re di Angkor Jauavarman VII.
La statua originale invece è custodita nel vicino “Museo Nazionale di Phimai”, dove potrete ammirare inoltre una interessantissima collezione di sculture, bassorilievi e oggetti in oro massiccio.

Museo Nazionale di Phimai: Nakhon Ratchasima, Korat, Thailandia

Nel Museo di Phimai sono custoditi anche reperti archeologici provenienti da Ban Phrasat, un villaggio con un piccolo museo e 3 scavi archeologici dove sono state rinvenute ossa umane e oggetti risalenti a circa 2000 anni fa. “Consigliata una sosta a Ban Phrasat sita a 15km da Phimai, in direzione ovest”.

Infine “gli amanti della Seta non potranno esimersi dal visitare il distretto di Pak Thong Chai”, considerato il centro nevralgico della produzione della seta nella provincia di Nakhon Ratchasima. Vi aspetta un piacevole shopping nei negozietti tipici della zona!

 

Hai bisogno di aiuto per organizzare il tuo viaggio in Thailandia?
Compila il form presente su ogni pagina del nostro sito o scrivi a info@happyviaggithailandia.com!
Un consulente HappyViaggi ti ricontatterà entro le prossime 24 ore.

  • Natura
  • Templi e Monumenti
  • Cultura e Tradizioni
  • Avventura