Il lago Inle, Birmania

Il lago Inle, Birmania

Come arrivare?

Villaggio Inthein, lago Inle, distrettoTaunggyi: mercato tradizionale

Il Lago Inle si trova tra le montagne dello Stato Shan, distreto di Taunggyi, a 300 km di strada da Mandalay, direzione sud-sud-est. Con i suoi 72 kmq di estensione ed una forma allungata da nord verso sud, questa distesa di acqua dolce è la seconda più grande dell’intero Myanmar.

Per arrivare fin qui è possibile servirsi dell’Aeroporto di Hohe, a soli 35 km di distanza, ben servito con voli da Yangon e Mandalay. Per chi se la sentisse, numerosi sono i bus che partono dalle principali città del Myanmar, tra cui gli sleepling-bus, pullman particolari in cui i sedili sono stati sostituiti con dei piccoli lettini. Viaggiando di notte si risparmia tempo ma non è garantito il riposo! Un’alternativa sono i trasferimenti privati da prenotare in loco oppure già da casa durante l’organizzazione del viaggio, in modo da poter pianificare fermate intermedie per visitare alcune attrazioni o cittadine lungo il tragitto.

 

Festa della Pagoda Phung Daw Oo, villaggio Nyaung Shwe

Festa Daw Oo Pagoda Phaung, Lago Inle, Myanmar, Birmania

Il clima locale è totalmente condizionato dalla presenza del lago. Di mattina e di sera si alza la nebbia e l’aria è piuttosto fresca. Portate con voi una maglia da indossare nel caso in cui doveste sentirne la necessità.

"Il periodo migliore per recarsi al Lago Inle corrisponde ai nostri mesi invernali, da Ottobre a Marzo". 

Se vi trovate in loco tra la seconda metà di Ottobre e l’inizio di Novembre potrete assistere ad uno tra gli eventi birmani più importanti: il Festival della Pagoda Phung Daw Oo. In questo periodo grandi barche con a bordo cinque statue del Buddha navigano per tutti i 14 villaggi principali, seguite da numerosissime piccole imbarcazioni. Durante la festa non mancano  vivaci regate che si spingono fino a Nyaung Shwe, nella parte più settentrionale del lago, dove centinaia e centinaia di pellegrini arrivano per portare le statuette del Buddha.

Il lago è interamente abitato. Numerosi sono infatti i villaggi costruiti su palafitte costituite da abitazioni in legno, le long house. Per spostarsi da un punto ad un altro del lago, o semplicemente da una casa all’altra, anche donne e bambini utilizzano le tipiche imbarcazioni, strette e lunghe. Gli Intha (bambini del lago), così sono chiamati i suoi abitanti, vivono di pesca e di raccolta.

È loro costume prendere il largo sulle loro barchette che gli uomini manovrano con estrema maestria ed equilibrio, muovendo l'unico remo con un solo piede in modo da avere le mani libere per le nasse. Molto particolari sono gli "orti galleggianti", costruiti su uno strato di giacinti e di alghe, su cui pongono fino a un metro di terra, gli orti risultano essere molto fertili e producono pomodori, cavoli, melanzane, fagioli, cipolle e algio.

Tipiche imbarcazioni Birmane per la pesca: Lago Inle, Birmania

Il centro abitato principale è Nyaung Shwe. Viaggiando verso il lago, è il primo villaggio che si incontra. Si trova sul canale Nan Chaung, il più grande che sfocia nella parte settentrionale dell’Inle. E’ possibile trovarvi numerosi servizi come alberghi, guesthouse e ristoranti molto apprezzati soprattutto dai backpackers. In centro potrete visitare il tempio più antico di Nyaung Shwe, lo Yadana Man Aung Paya, unico nel suo genere in Myanmar, è il solo stupa a gradini. Al suo interno custodisce  il tesoro dei monaci. Tra i monasteri degni di nota, ricordiamo inoltre il Kan Gyi Kyaung, dove avrete la possibilità di ascoltare centinaia di monaci recitare le preghiere, e lo Shwe Yaunghwe Kyang, caratterizzato da particolari finestre ovali.

A chi volesse immergersi tra la popolazione locale, conoscerne usi e costumi, si consiglia di recarsi al Mingala Market, sulla strada principale a nord della Yadana Man Aung Paya Pagoda, in cui vengono venduti soprattutto prodotti di uso della popolazione, pesce appena pescato e le verdure provenienti dagli orti galleggianti.

 

Gite in barca e trekking attraversando paesaggi fiabeschi

Lago Inle trekking, attraversando i paesaggi dello Stato dello Shan

Vista l’estensione del lago e la distribuzione lungo tutte le sue coste delle attrazioni da visitare, si consiglia di fare una tranquilla gita in barca. Il momento migliore della giornata è la mattina presto, all’alba, quando ancora lo specchio d’acqua è avvolto dall’atmosfera magica e soffusa resa tale dall’umidità che si dissolverà presto, non appena il sole incomincerà a salire alto in cielo. 
Il barcaiolo saprà accompagnarvi nei posti migliori. Tutti i giorni un mercato itinerante galleggiante si sposta tra i cinque villaggi sparpagliati sulle sponde. Il mercato si anima in modo vivace soprattutto quando arriva a Inthein e Ywama.
Per raggiungere Inthein la barca dovrà farsi strada tra i canneti e la fitta vegetazione del lungo canale che sbocca  circa a metà della riva occidentale. Il villaggio è conosciuto per le sue numerose pagode distribuite sulle pendici di una collina. Il primo gruppo di stupa visitabile è Nyaung Ohak, subito alle spalle del centro abitato. Nonostante siano stati abbandonati alla foresta, qui si possono ancora osservare ricchi stucchi di Deva (divinità celesti) e Chinthe (divinità guardiane, metà grifone e metà leone).
Salendo sulle pendici della collina si raggiunge un’area ricca di Chedi (se ne contano 1054), complesso Shwe Inn Thein Paya.

Lago Inle, Myamar: villaggio Kalaw. complesso chedi Shwe Inn Thein Paya

Il villaggio Ywama ha vissuto uno sviluppo graduale in seguito all’arrivo del turismo. Il mercato che si snoda tra i canali bordati dalle case in Tek è molto frequentato dalle imbarcazioni turistiche che gli hanno sottratto un pochino quel tocco di autenticità. Ancora più caratteristico è il mercato sulla terraferma che viene allestito ogni cinque giorni, fa da richiamo per le tribù delle colline circostanti, vi giungono per vendere e comprare bestiame e prodotti locali. Navigando sul canale, Ywama è inoltre un ottimo punto di partenza per raggiungere lo Phung Daw Oo Paya, sede del festival di fine Ottobre.

Proseguendo a sud di Ywama, si arriva a Nampan, un caratteristico villaggio su palafitte che custodisce la Alodaw Pauk Pagoda, uno dei primi templi costruiti sul Lago Inle, a nord del quale si possono osservare i famosi orti galleggianti.

Passando sulla sponda orientale del lago da non perdere è il famoso monastero “del gatto che salta”, il Nga Hpe Kyaung, dove un tempo i monaci addestravano i gatti ad esibirsi con salti all’interno di cerchi.
Oggi, di pregio, c'è da visitare la collezione di Statue Shan in legno.

Concludendo il giro, tornando verso nord, a Kaung Daing gli amanti del "tofu" potranno assaggiare un piatto preparato con piselli gialli anziché con la soia, come vuole la tradizione più comune. E, se dopo il pasto voleste rilassarvi, ci sono le piscine termali con acqua calda proveniente dalle sorgenti di Hu-Pin, faranno al caso vostro!

Sebbene gli stranieri non si possano spingere senza essere accompagnati nelle acque del lago, si ha l’opportunità di affittare una canoa per percorrere il canale principale di Nyaung Shwe. Di fronte al villaggio di Nanthe, a sud del centro principale appena citato, è infatti consentito visitare il Santuario dei Nat, non raggiungibile con altri mezzi se non remando.

Villaggio Pa'O Tribù, colline del Lago Inle, Birmania

Un altro modo per scoprire tutto il territorio circostante il lago è a piedi. Molteplici sono i sentieri che si snodano sulla terraferma e spesso i villaggi del lago sono i punti d’arrivo principali dei trekking della zona. In particolare, da Nyaung Shwe partono percorsi sulle colline che attraversano diversi "villaggi tribali Pa'O" immersi in panorami spettacolari. Ovviamente è sempre molto importante affidarsi a guide professioniste che vi potranno accompagnare in sicurezza nei punti più significativi e nelle aree in cui è permesso dalle autorità.

 

Hai bisgono di aiuto per organizzare il tuo viaggio in Myanmar, Birmania?

Compila il form presente su ogni pagina del nostro sito oppure inviaci una mail raccontandoci le tue esigenze di viaggio.
Un nostro consulente ti ricontatterà entro le prossime 24 ore. Grazie.

  • Natura
  • Templi e Monumenti
  • Cultura e Tradizioni
  • Crociere
  • Avventura
  • Viaggi Fotografici