Palazzo Reale Bang Pa In, Ayutthaya

Palazzo Reale Bang Pa In, Ayutthaya

Il Bang Pa-In ha anche un datazione storica meno recente, secondo molti storici illustri Re Prasat Thong (1629-1656) ebbe un Palazzo sull’Isola creata dal fiume Chao Phraya dove oggi sorge la “Residenza Estiva  Reale”. 
Un mercante olandese contemporaneo, Jeremias van Vliet,  nelle sue memorie racconta che il Re Prasat Thong era figlio illegittimo del Re Ekathotsarot (regno 1605-1620). Ekathotsarot da giovane naufragò su un’isola ed ebbe un figlio da una giovane donna, lo stesso figlio da grande divenne primo ministro e poi usurpò il trono divenendo così Re Prasat Thong. Il Re fondò un monastero, Wat Chumphon Nikayaram, sul terreno di proprietà di sua madre (odierno Bang Pa-In) inoltre fece scavare uno stagno e costruire un palazzo. La cronaca racconta di un nome unico per tutta l’area che fu costruita: “ Aisawan Thiphaya Art”, poi la residenza reale fu terminata lo stesso anno di nascita del futuro Re Narai (salito al trono dal 1656 al 1688). Non è dato sapere se il palazzo fu in uso fino alla caduta di Ayutthaya nel 1767, tuttavia, un grande poeta thailandese del periodo (Sunthon Phu) navigando in quella zona nel 1807 racconta di una area dismessa e inghiottita dalla natura.

 

Royal Palace Ayutthaya

Royal Palace, Residenza Reale Ayutthaya, Bang Pa In, Thailandia                
Tutta l’area dell’odierno Palazzo Reale fu bonificata e strappata alla vegetazione da Re Rama IV della dinastia Chackri (salita al trono con l’unificazione del Regno di Thailandia nel 1782), meglio conosciuto in occidente come Re Mongut (regno 1851-1868). Mongut fece iniziare la costruzione di una residenza reale temporanea e un monastero in stile neogotico Wat Niwet Thammaprawat, terminati poi dal figlio ed erede il Re Chulalongkorn Rama V (regno 1868 - 1910).

Il Palazze Reale Bang Pa In , è datato con inizio 1872, completato nel 1889, è in questo periodo che sono stati costruiti la maggior parte degli edifici.
Oggi, è utilizzato occasionalmente da sua Maestà il Re Vajiralongkorn, (Rama X) figlio dell’amatissimo Re  Bhumibol Adulyadej (Rama IX putroppo deceduto nel novembre 2016) e della Regina Sirikit, come residenza estiva e per lo svolgimento di ricevimenti e banchetti.

Come la maggior parte dei Palazzi Reali Thailandesi, l’area è divisa in due sezioni: la parte esterna costituita da edifici per uso pubblico e cerimonie e la parte interna riservata al Re ed alla sua famiglia.
In precedenza, nella parte interna del Palazzo Reale era vietato l’ingresso anche ai componenti maschili non facenti parte della famiglia reale.



La parte esterna

I princiapali edifici sono:

Ho Hem Monthian Thewarat

Saphakhan Ratchaprayun

Phra Thinang Aisawan Thiphya Art

Phra Thinang Warophat Phiman

 

Ho Hem Monthian Thewarat

King Palace Ayutthaya, Thailandia, santuario in stile Khmer

Ho Hem Monthian Thewarat è una piccola struttura in pietra sotto forma di un Prasat (santuario) in stile Khmer (residenza del Re o di Dio, a forma di pannocchia) costruita dal Re Chulalongkorn nel 1880 e dedicata al Re Prasat Thong di Ayutthaya. La traduzione letterale “Palazzo Dorato del Re degli Dei” deriva da una miniatura antica completamente in oro rinvenuta durante il Regno di Chulalongkorn Rama V, di cui questa struttura è una fedele riproduzione.

Saphakhan Ratchaprayun (Stanza delle assemblee dei parenti reali)
Questa struttura in stile coloniale fu costruita nel 1876 per ospitare i fratelli del Re Chulalongkorn durante le assemblee e gli incontri familiari. Anche sua Maestà il Re Bhumibol Adulayadej usò in passato questa ala a tale scopo.

Phra Thinang Aisawan Thiphya Art ( Residenza Reale, sede del Divino per la sua libertà personale)
Phra Thinang Aisawan Thiphya-Art è un padiglione in stile Thailandese con quattro verande ed un tetto a guglia costruito dal Re Chulalongkorn nel bel mezzo di un laghetto esterno nel 1876. Si tratta di una copia del Phra Thinang Aphonphimok Prasat nel Palazzo Reale di Bangkok, costruito da suo padre, il Re Mongut.
Il Re Chulalongkorn era solito rilassarsi in questo piccola costruzione, spesso portando con se la concubina del momento per passare attimi romantici.
Oggi ospita una statua in bronzo del Re Chulalongkorn in uniforme da Maresciallo in Battaglia, innalzata successivamente dal figlio Re Vajiravudh (Rama VI).

Phra Thinang Warophat Phiman (Residenza Reale, eccellente e brillante dimora celeste)
Phra Thinang Warophat Phiman è stato costruito in stile neo-classico, il primo piano fu costruito dal Re Chulalongkorn nel 1876 come sua residenza e sala del trono. Le camere e anticamere oggi aperte al pubblico sono decorate con dipinti ad olio raffiguranti eventi significativi della cultura e della storia thailandese. La serie di dipinti storici fu commissionata dal Re Chulalngkorn nel 1888.
Gli appartamenti privati ​​di questo edificio che si trovano nella sezione interna chiusa al pubbico sono ancora utilizzati da sua Maestà ogni volta che decide di risiedere presso il Palazzo Reale.

 

La parte interna

Vista sulla parte interna del Residenza Estiva Reale, Bang Pa In, Ayutthaya

La parte interna del Royal Palace è collegata alla parte esterna traminte un ponte coperto con una parete a persiana da cui le dame potevano guardare senza essere viste a loro volta. Questo ponte collega la Warophat Phiman Mansion al Tevaraja Kanlai Gate (tradotto letterlamente:  Il Re degli Dei continua il suo cammino), ingresso principale per il Palazzo Interno dove si trovano gli edifici residenziali, i padiglioni ed i gazebi disposti in un giardino. Il Re Chulalongkorn era un grande appassionato di giardinaggio.

I pricipali edifici sono:

Phra Thinang Uthayan Phumisthian

Ho Withun Thasana

Phra Thinang Wehart Chamrun

Phra Tamnak Fai Nai

2 monumenti (uno in memoria della regina Sunandakumaritana e l’altro della consorte e dei figli del re Chulalongkorn).

Museo delle Carozze Palazzo Dusit, porta Tevaraj Kanlai

Bang Pa In Royal Palace, Ayutthaya, Thailand

La carrozza è stato introdotta in Thailandia durante il periodo di Rattanakosin (1782–1932): tuttavia, era solo il Re e la famiglia reale ad utilizzare la carrozza trainata da cavalli. Dopo che il Re Rama V fu tornato da una visita in Europa nel 1897, la carrozza trainata da cavalli guadagnò più popolarità.
Re Rama V incaricò Chao Phraya Thewet Wongwiwat e Phraya Nithet Panit, consoli Thailandesi a Singapore, di esportare i cavalli in Thailandia e di disegnare la sua carrozza.
Durante il regno del Re Rama VI invece, le carrozze trainate da cavalli furono ampiamente utilizzate. Egli istituì l'Ufficio Assawarat, incaricato all’addestramento e al mantenimento dei cavalli, alla cura delle carrozze per parate ufficiali e alla formazione dei cocchieri addetti alla guida delle carrozze.

Phra Thinang Uthayan Phumisathian (Residenza Reale, giardino del Territorio Protetto)
Phra Thinang Uthayan Phumisathian era la residenza preferita di Re Chulalongkorn quando veniva al Palazzo Bang Pa In, spesso più di tre volte l'anno. Costruita nel 1877 in legno, nello stile di uno chalet svizzero a due piani, il palazzo era dipinto in due tonalità di verde.
Secondo le memorie scritte dal principe Ookhtomsky, ufficiale russo che accompagnò Czarevitch, il futuro zar Nicola II di Russia, in visita nel 1890 era “arredato lussuosamente con gusto raffinato e confortevole”.
Purtroppo nel 1938, durante la riparazione di una piccola parte, fu accidentalmente distrutto da un incendio. La costruzione del nuovo edificio che vedete oggi fu comandata dalla regina Sirikit (moglie del Rama IX). Solo la cisterna dell’acqua, mascherata da una torre merlata in stile neogotico, è rimasta dell’originale.

Phra Thinang Wehart Chamrun (Residenza Reale Celeste)

Parte Interna, Palazzo Reale di Ayutthaya, ricostruzione della Camera di Commercio Cinese

Questa struttura a due piani in stile cinese è stata costruita in esatta copia della Camera di Commercio Cinese presentata al Re Chulalongkorn nel 1889.
Il principe russo Ookhtomsky scrisse in merito:
" È davvero un palazzo pieno di magico romanticismo, con pavimenti ornati in cotto, mobili in ebano massiccio, oro, argento, porcellane liberamente utilizzati per scopi decorativi, e trafori delicati sulle colonne e sulle finestre. Evidentemente abbiamo davanti a noi la struttura più bella del Bang Pa In. L'imperatore della Cina difficilmente potrà avere un palazzo molto più fine e bello di questo ".
Il piano terra contiene ancora oggi un trono in stile cinese, il piano superiore ospita un altare con affisse le effigi di Re Mongkut e Re Chulalongkorn insieme alle loro rispettive regine.
Questa Villa in stile cinese era la residenza preferita del Re Vajiravudh Rama 6 (1910-1925) durante i suoi soggiorni al Bang Pa In.

Phra Tamnak Fai Nai (abitazioni Reali nella sezione interna)
All'interno del perimetro del Palazzo interno furono costruiti molti edifici in stile occidentale di uno o due piani, per le dame di corte, solo pochi ne rimangono oggi.

Memoriali alla Regina Sunandakumariratana
Nel 1881 la Regina Sunandakumariratana affogò con la barca durante il tragitto sul fiume Chao Phraya che da Bangkok la portava al Palazzo Reale Bang Pa In di Ayutthaya.  Il Re stesso, Chulangkorn, scrisse in lingua thailandese e inglese l’epitaffio riportato sull’obelisco.

Memorial alla Principessa Saovabhark Nariratana e ai tre bambini del Re
Nel 1887 per lo stesso motivo morirono la principessa Saovabhark Nariratana consorte del Re Chulalongkorn e tre dei suoi figli, così il Re diede l’ordine di erigere un obelisco che riportasse i ritratti in marmo delle vittime vicino al  Memorial della regina Sunandakumaritana.
All’epoca i sudditi non potevano toccare i componenti della famiglia reale, era considerato un grande sacrilegio (credenza popolare secondo la quale i componenti della famiglia reale erano considerati semi-Dei e legge istituita dai regnanti per ovviare a possibili attentanti), quindi il seguito di corte non potè salvare i componenti della famiglia reale dall’annegamento.
In seguito il Rama V addolorato e sconvolto per le perdite, emanò un editto nel quale riportava che in caso di estremo pericolo i sudditi potevano toccare e quindi aiutare i componenti della famiglia reale.


Come arrivare? Orari di Apertura e Chiusura del Bang Pa In

Tuk Tuk, Ape Taxi, Ayutthaya, Thailandia

"Il Palazzo Bang Pa In è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 16.30".
Raggiungibile da Bangkok (70km) in circa 1 ora di macchina oppure in 1 ora e 30 minuti dalla Stazione dei Treni o degli Autobus di Bangkok fino ad Ayutthaya Città (a circa 13km dal Bang Pa In).
Si raccomandano abiti consoni, secondo le usanze religiose ed i costumi thai: pantaloni o gonna lunga per le donne che debbono avere almeno una maglietta a maniche corte (niente canottiera) senza scollatura, niente trasparenze.
Per gli uomini è necessaria almeno una maglia a maniche corte, niente canottiera, ok pantoloncini corti.

 

Hai bisogno di aiuto per organizzare il tuo viaggio in Thailandia?
Compila il form presente su ogni pagina del nostro sito o scrivici una e-mail raccontandoci le tue esigenze di viaggio!
Un consulente HappyViaggi ti ricontatterà entro le prossime 24 ore. Grazie.

  • Siti Storici